Congelamento degli ovuli

    Cos’è la preservazione della fertilità?

    La vitrificazione degli ovociti è un trattamento di riproduzione assistita per preservare la fertilità femminile, che consente di posticipare la maternità senza perdere la qualità degli ovociti attraverso l’estrazione e il successivo congelamento ultrarapido degli ovociti della paziente, da utilizzare in futuro.

    In cosa consiste la preservazione della fertilità?

    Il trattamento di preservazione della fertilità è un processo che si compone di quattro fasi:

    explicación-proceso

    Prima consulenza

    Durante la prima visita con lo specialista in riproduzione assistita, verrà effettuato uno studio ginecologico completo della paziente e le verrà spiegato in cosa consiste ogni fase del trattamento e le possibilità di come poter utilizzare in futuro gli ovuli vitrificati.

    estimulación ovárica Love Fertility

    Stimolazione ovarica

    In questa fase, con i risultati positivi delle analisi e dei test corrispondenti, si inizia la stimolazione ovarica. Alla paziente viene somministrata una serie di iniezioni sottocutanee per 10-12 giorni, che sono ormoni che stimolano lo sviluppo di più ovuli nell’ ovaia. Lo specialista esegue una serie di ecografie per analizzare la corretta evoluzione del trattamento e la crescita dei follicoli (le piccole sacche di liquido che contengono gli ovuli).
    In un ciclo naturale la donna produce un solo ovulo, mentre con la stimolazione se ne ottiene un numero molto più elevato. Questo numero dipende dalla dose di farmaco utilizzata, ma anche dalla riserva ovarica della paziente. In base alle caratteristiche di ogni donna (qualità degli ovuli, età, progetto riproduttivo, etc.) calcoliamo il numero di ovuli da vitrificare per avere un’alta probabilità di raggiungere l’obiettivo il giorno in cui li utilizzeremo. In termini molto generali, possiamo dire che dovremo vitrificare un minimo di 10 ovociti, e che in una donna con una buona riserva questo numero potrà essere raggiunto in una singola stimolazione.

    quirofano

    Puntura ovarica o prelievo ovocitario

    Una volta che la paziente ha concluso il trattamento e i follicoli hanno raggiunto le dimensioni adeguate, si somministra una dose di ormone HCG per indurre la maturazione degli ovociti. Circa 36 ore dopo la somministrazione, si esegue una puntura ovarica o follicolare per estrarre gli ovuli. Questa puntura è una procedura che viene eseguita in sala operatoria sotto sedazione, ma è un intervento semplice che non richiede il ricovero in ospedale e la paziente può tornare a casa poche ore dopo.

    vitrificacion

    Vitrificazione

    Una volta estratti, gli ovuli vengono vitrificati in laboratorio. La tecnica di vitrificazione consiste nel congelamento ultrarapido a una temperatura di – 196º mediante azoto liquido, cosa che consente di mantenere la qualità degli ovuli identica al momento della loro estrazione.

    patucos-sobre-tripa

    Quando è consigliata la preservazione della fertilità?

    Il trattamento di preservazione della fertilità è consigliato nei seguenti casi:

    • Donne con endometriosi, malattie genetiche o autoimmuni che possono influenzare la quantità o la qualità degli ovuli.
    • Pazienti che devono sottoporsi a un intervento chirurgico alle ovaie.
    • Donne che stanno per ricevere un trattamento chemioterapico o radioterapico.
    • Donne che vogliono posticipare la nascita di un figlio per propria scelta.
    • Pazienti con bassa riserva ovarica.

    Quando è il momento migliore per conservare la fertilità?

    Tutte le donne che desiderino posticipare la nascita di un figlio possono conservare la propria fertilità. Il momento migliore per farlo è prima dei 35 anni. Dopo i 36 anni, la qualità degli ovuli diminuisce notevolmente, quindi, se si vogliono aumentare le possibilità di avere una gravidanza in futuro, la raccomandazione medica per la conservazione della fertilità è prima dei 35 anni. Tuttavia, ogni caso deve essere individualizzato, perché anche nel caso di donne di 37-39 anni questo può rappresentare un vantaggio molto importante.

    paciente-en-consulta

    In che modo l’età influisce sulla riserva ovarica?

    L’età è un fattore negativo per la fertilità femminile: il numero di ovuli e la loro qualità diminuiscono con l’aumentare dell’età. Per questo motivo, la conservazione della fertilità è consigliata quando la maternità debba essere ritardata, per motivi medici, professionali o personali.

    Il gruppo di età compreso tra i 25 e i 30 anni presenta il tasso più elevato di gravidanze non assistite.

    Dai 31 ai 35 anni, le ovaie iniziano a produrre meno ovuli.

    A partire dai 36 anni, sia la quantità che la qualità degli ovuli iniziano a diminuire velocemente, e questo fenomeno è più evidente a partire dai 38 anni. Pertanto, la grande maggioranza delle donne di 40 anni avrà ovuli di scarsa qualità e una bassa riserva ovarica.

    Prima consulenza di fertilità gratuita

    Il team di Love Fertility Clinic è pronto per aiutarti, puoi richiedere una prima consulenza gratuita con le nostre specialiste Blanca, Isabel e Sara, ti offriranno tutte le opzioni di trattamento e le percentuali di successo secondo il tuo progetto familiare o il tuo desiderio di preservare la fertilità per il futuro. Marian e Marina, le nostre infermiere, ti accompagneranno e risponderanno alle tue domande sui farmaci.

    Il nostro team di assistenza alle pazienti ti fornirà informazioni economiche e pratiche. Semplificheremo la pianificazione degli appuntamenti nel tuo programma con la tua specialista.

    Contattaci, risolveremo tutti i tuoi dubbi. Ti aiuteremo a realizzare il tuo sogno di creare una famiglia, insieme lo realizzeremo.

    Parliamo?

    Contattaci

    • Informazioni sulla protezione dei dati personali

      I dati da te forniti in questo modulo sono responsabilità di AGEFIV FERTILITY SL al fine di gestire la tua richiesta e per inviarti comunicazioni commerciali. La legittimazione può essere per l’esecuzione di un contratto, per interesse legittimo del Titolare o per il consenso della persona interessata. Riguardo ai destinatari è prevista la cessione dei dati agli Enti assicuratori e/o centri sanitari; Enti finanziari; Organismi ufficiali che possano richiederli e partner commerciali. Avete il diritto di accedere, rettificare e cancellare i dati, nonché altri diritti, indicati nelle ulteriori informazioni, che potete esercitare rivolgendovi all’indirizzo del titolare del trattamento, come spiegato nelle . ulteriori informazioni.